Come è Nata la Frizione

Evoluzione della Frizione

Già a partire dalle prime automobili con il motore a scoppio nacque il problema di come trasferire il movimento del motore direttamente alle ruote in modo tale da poter avviare lentamente la vettura.

Venne così impiegato quello a cinghia e pulegge, in uso su altri macchinari statici. Attraverso questo sistema si otteneva un risultato doppio in modo tale da mettere in movimento progressivamente il mezzo attraverso uno slittamento iniziale voluto della cinghia o mediante il lascamento comandato di essa. Questo sistema si utilizzò su quasi tutte le automobili fino dell''800.

Le prime frizioni vennero realizzate verso il 1899 con l'introduzione della frizione a cono con due superfici tronco-coniche una delle quali rivestita di cuoio e l'altra invece in metallo, l'ultima collegata al motore. Queste venivano spinte insieme l'una contro l'altra da un sistema a molla mediante un meccanismo a leva o a pedale azionato dal guidatore.

Una prima alternativa, ma che non ebbe grande successo una volta superata la frizione a cono, fu la frizione a tamburo, ovvero con un sistema simile a quello dei tamburi dei freni, con il materiale d'attrito che era posto su delle ganasce oppure sulla superficie interna del tamburo con un anello.

Però con l'aumentare dei motori neanche questo sistema risultò adatto dovendo aumentare a notevolmente il diametro del tamburo o della superficie d'attrito.

Così si arrivò presto alle frizioni a dischi multipli e a quelle in acciaio a bagno d'olio ed un certo ruolo lo ebbero anche le vetture da competizione che tra i primi anni del '900, utilizzavano questo sistema per gestire la potenza dei motori.

Successivamente, con l'evoluzione dei materiali, vennero realizzate le frizioni a secco a disco unico, che tutt'ora viene  impiegata sulle autovetture da quelle grandi a quelle piccole.

 

I siti consigliati
Accessoristica : Guida agli accessori per l'auto con qualche consiglio sulla loro scelta. | Airbag : AIRBAG .IT: Cosa sono gli Airbag e qual è la loro struttura? Di ciò ci occuperemo sul seguente portale dedicato proprio agli Airbag, sistemi di sicurezza passiva posti nelle vetture. Ecco le tipologie di Airbag. | Autoriparatori : Sito dedicato agli autoriparatori, addetti all'attività di riparazione di veicoli a motore, con informazioni sui meccanici, sui carrozzieri, sugli elettrauti e sui gommisti. | Convergenza : Portale dedicato alla convergenza degli autoveicoli, con alcune caratteristiche importanti e altre informazioni in merito. | Autoofficine : Le autofficine e i servizi offerti dai centri di assistenza autorizzati per la riparazione della nostra auto. |
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio